Rüstungen, geschützt mit Vitrinen aus PLEXIGLAS®

© Heilmann

Schermo di protezione trasparente

Le vetrine hanno il doppio compito di proteggere gli oggetti esposti e di presentarli in maniera accattivante. Il PLEXIGLAS® protegge gli oggetti preziosi persino dai raggi UV.

Dita sudate, oggetti appuntiti, raggi solari: sono tanti i potenziali pericoli per i costosi pezzi d'esposizione. Per questo motivo i musei e i collezionisti privati decidono spesso di proteggerli con delle vetrine. I materiali, di cui queste vetrine sono fatte, devono avere diverse caratteristiche.

Vetrine: presentazione trasparente

“Nel caso delle vetrine da esposizione, la cosa più importante è che l’oggetto esposto si veda bene. La struttura che lo custodisce dev’essere praticamente invisibile”, spiega Denise Gündling, Junior Market Segment Manager presso Röhm. “Il nostro vetro acrilico di marca è quindi l’ideale, perché è altamente trasparente e del tutto incolore nella sua forma originale”. Il PLEXIGLAS® offre così una genuina resa del colore, mettendo in risalto gli oggetti così come devono essere: brillanti e dai colori naturali. Questo effetto ottico delle vetrine in vetro acrilico rimane inalterato nel tempo, grazie alla protezione dai raggi UV offerta dal materiale. “Altre plastiche trasparenti possono ingiallire con il passare del tempo”, spiega la Gündling. “Noi garantiamo che le nostre lastre di PLEXIGLAS® incolore restano tali per 30 anni, presentando valori di ingiallimento minimi e non percepibili a occhio nudo”.

Il materiale protegge dai raggi UV anche gli oggetti esposti in vetrina – su richiesta, addirittura quasi al 100%. “A questo proposito offriamo PLEXIGLAS® UV 100, una speciale variante del nostro vetro acrilico di marca”, afferma la Gündling. “Rispetto al vetro tradizionale, questo materiale offre una protezione dai raggi UV superiore fino al 40%”. Tale variante viene utilizzata non soltanto per le vetrine, ma anche per i quadri di preziose opere d’arte. Per superfici sempre a contatto con il pubblico si consiglia PLEXIGLAS® Optical HC, che è anche antigraffio e resistente alle sostanze chimiche. In questo modo anche i graffi delle borse dei passanti o la pulizia frequente non lasceranno alcuna traccia sul materiale.

Il PLEXIGLAS® – un peso leggero

Inoltre, il vetro acrilico è molto più leggero del vetro tradizionale, come si può notare in particolare nel caso delle vetrinette sospese. “Il PLEXIGLAS® pesa la metà del vetro, rendendo molto più semplice il fissaggio alla parete”, spiega la Gündling. Inoltre, è più facile da lavorare e modellare rispetto al vetro float tradizionale. In tal modo non solo è possibile realizzare vetrine di diverse dimensioni, ma anche di diverse forme, ad esempio classica come un cubo o spettacolare come un globo di neve gigante.

Vetrine per i modellini dei treni

Il PLEXIGLAS® è facile da modellare, lo si può ad esempio piegare per formare profili a U, come quelli con cui l’azienda HLS Berg GmbH & Co. KG produsse il sistema di vetrine percorribili “Train-Safe”, che rivoluzionò il mondo del modellismo ferroviario agli inizi degli anni Novanta. Queste speciali vetrine da collezionista consentono di creare elementi lunghi fino a tre metri.

© Röhm GmbH/HLS Berg GmbH & Co. KG, Freudenberg

Tuttavia, non sono soltanto le vetrine in PLEXIGLAS® a contribuire all’elegante presentazione degli oggetti esposti: in alcuni casi oltre al materiale viene usata anche la luce per inscenare in maniera stupefacente i pezzi da esposizione.

Una vetrina illuminata per un dio del calcio