Triton 3300/1 MD

©Triton Submarines LLC

Triton Submarines: lusso per gli abissi marini

Nello stato americano della Florida vengono costruiti sommergibili per esplorazioni profonde per super ricchi e scienziati. Le cupole sommergibili in PLEXIGLAS® sono il componente più importante e rendono possibile un'ottima visibilità anche a 1.000 m di profondità.

Triton Submarines LLC costruisce sommergibili dall'arredamento di lusso per privati e istituti con budget milionario. I clienti di Triton sono pertanto molto esigenti e richiedono qualità e puntualità. Inoltre, i sommergibili devono essere adatti alla navigazione in acque profonde. Si tratta di requisiti posti da Patrick Lahey, presidente di Triton Submarines LLC, a Evonik e ad Heinz Fritz, addetto alla lavorazione di PLEXIGLAS® nella cittadina di Herbrechtingen, in Baden-Württemberg.

“Queste due aziende ci hanno salvato”, esprime francamente Lahey. “Avevamo bisogno di sfere perfette e di un servizio affidabile, altrimenti avremmo rischiato di chiudere.” Le “sfere” sono le cupole circolari sommergibili trasparenti, tipico elemento di un Triton.

Immersioni fino a 1.000 m di profondità

«Queste due aziende ci hanno salvato.»

Patrick Lahey
Presidente di Triton Submarines LLC

I desideri dell’azienda sono stati esauditi. Al prezzo di circa quattro milioni di dollari statunitensi, per un’imbarcazione che raggiunge la profondità massima di immersione di 1.000 m, le aspettative della clientela sono elevate. “Eppure i nostri clienti non chiedono praticamente mai il prezzo della barca”, sostiene Michael Haley, direttore di vendita e di marketing presso Triton Submarines LLC. “Desiderano sapere più che altro quali extra vengono offerti e se le dimensioni sono adatte all’imbarcazione di scorta del loro superyacht.”

I super ricchi: si tratta di un importante gruppo target per i costruttori di sommergibili. Haley: “15 anni fa nessuno possedeva un elicottero, mentre oggi quasi tutti ne hanno uno. I sommergibili per esplorazioni profonde costituiscono il prossimo status quo.” Triton è pertanto in contatto con i cantieri navali in cui vengono costruiti i superyacht. Essi dovrebbero prevedere possibilmente fin dall’inizio un garage per sommergibili oppure offrire il sommergibile come equipaggiamento speciale. Sembra costoso? Triton controbatte con un argomento sorprendente: un volo spaziale divorerebbe molti milioni per un’unica escursione. I proprietari del sommergibile potrebbero invece immergersi più volte negli abissi marini, tuttora completamente sconosciuti per il 95%.

Sinergia di know-how

Triton Submarines spiega con orgoglio di essere riuscita a comporre un team con i massimi esperti del settore, che vantano insieme 350 anni di esperienza. I capitani, chiamati “piloti”, hanno alle spalle da 1.500 a 10.000 immersioni.

Due semisfere

I super ricchi non sono gli unici acquirenti ad aver adocchiato i sommergibili Triton. Biologi, archeologi e troupe televisive apprezzano molto la panoramica offerta dai sommergibili. Per gli impieghi particolari esistono speciali equipaggiamenti e apposite forme di imbarcazione. L’attenzione di Triton Subs per Evonik e Heinz Fritz è merito della coppia di registi Joachim e Kirsten Jakobsen, proprietari di un sommergibile nelle isole Azzorre, grazie al quale hanno potuto ad esempio ritrovare un sottomarino tedesco scomparso. Nel 2012 le due aziende realizzarono per loro un procedimento per la costruzione di semisfere in PLEXIGLAS® otticamente perfette e altamente resistenti alla pressione. Le sfere di Triton si compongono di due semisfere, congiunte tra loro in modo invisibile con una colla realizzata da Evonik. La voce sulla qualità si sparge velocemente nel piccolo mondo delle immersioni subacquee.

Rendere possibili profondità fino a 2.300 metri

Per Wolfgang Stuber, esperto di vetrate speciali presso PLEXIGLAS®, le sfere costituiscono per Triton un salto di qualità: “La nostra prima semisfera aveva uno spessore di 14 cm, mentre nel caso di Triton è di 22 cm.” Nell’attuale progetto di Evonik, Heinz Fritz e Triton, la sfera, dello spessore di 30 cm, costituisce la parete trasparente in vetro acrilico più spessa mai costruita. Essa dovrà rendere possibile raggiungere profondità fino a 2.300 metri. Un ulteriore progetto è costituito da sommergibili a sette posti, per portare i passeggeri di navi da crociera a 300 m di profondità.

Altri articoli sui sommergibili con cupole trasparenti in PLEXIGLAS®:

Una passione per gli abissi marini: intervista a Kirsten e Joachim Jakobsen
Il LULA 1000 alla ricerca del calamaro gigante
Il LULA 1000 ritrova un sottomarino tedesco disperso
Immersione nel Great Barrier Reef
Rana pescatrice: video sensazionale girato negli abissi marini