Fanale posteriore di Opel Crossland X

© Opel

Miscela di eleganza e funzionalità

I fari posteriori sagomati di HELLA caratterizzano il design sportivo e al tempo stesso elegante dell’auto Crossland X di Opel. Una massa di formatura in PLEXIGLAS® su misura di Evonik provvede ad un’intensa tonalità rossa con una ripartizione omogenea della luce.

I tempi in cui le auto utilitarie avevano un design ingenuo sono ormai tramontati. Con la sua Crossland X nuova fiammante, Opel desidera ad esempio “combinare le proprietà di un SUV cool con l’eleganza e la funzionalità di una limousine”, come spiega Mark Adams, Vice President Design Europe presso la casa automobilistica di Rüsselsheim: “Il nostro nuovo Crossover riunisce i due punti di forza in modo inimitabile e con le sue dimensioni compatte offre inoltre molto spazio nell’abitacolo.” Il modello è così “un’utilitaria cool, perfetta per le giovani famiglie”.

Design scultoreo

Nel design il costruttore dell’automobile ha puntato su una combinazione tra modellatura scultorea, precisione tedesca e look altamente tecnologico, come spiega Adams: ”La nuova Crossland X è inconfondibilmente una Opel.“ Essa coglie le caratteristiche distintive della filosofia di progettazione, in cui ”il design scultoreo si coniuga con l’arte ingegneristica tedesca“. Per il costruttore di automobili, parte di questa filosofia è configurare perfettamente ogni dettaglio a livello di forma e di funzionalità. A tale scopo, il design dei modelli viene sottoposto ad un processo di sviluppo continuo. Nella Crossland X ad esempio, viene impiegato per la prima volta un faro posteriore a LED di nuova concezione di marca HELLA, specialista di sistemi di illuminazione innovativi. I fari posteriori costituiscono l’interfaccia tra cofano del bagagliaio e linea del tetto e rendono ben visibile la doppia ala tipica del marchio sui due componenti.

Immagine posteriore di Opel Crossland X

Linea accentuata

Crossland X, il nuovo modello della famiglia di SUV di marca Opel, colpisce per la sua linea accentuata, cui contribuiscono anche le vistose guide luminose in PLEXIGLAS® integrate nei fari posteriori. Esse hanno la forma dell’attuale firma del marchio e rendono possibile una ripartizione omogenea della luce e un aspetto rosso uniforme.

© Opel

Guide luminose in PLEXIGLAS®

La doppia ala tipica del marchio è pertanto l’elemento di design caratteristico del nuovo faro posteriore a LED di HELLA: da illuminata, la firma del marchio simile ad una freccia ha un aspetto rosso omogeneo e la doppia ala è ben riconoscibile anche quando i fari sono spenti. Provvedono a quest’effetto guide luminose di una nuova variante modificata della massa di formatura in PLEXIGLAS®, il polimetilmetacrilato di marca (PMMA) di Evonik, da lungo affermatosi per la costruzione di fari posteriori.

Per quest'applicazione abbiamo combinato per la prima volta additivi a diffusione luminosa con il colore di segnalazione rosso.

Jörg Stricker
Head of Global Key Accounts del settore automobilistico presso Evonik

“Per quest’applicazione abbiamo combinato per la prima volta additivi a diffusione luminosa con il colore di segnalazione rosso”, afferma Jörg Stricker, Head of Global Key Accounts del settore automobilistico presso Evonik. “Rispetto ad altre masse di formatura, PLEXIGLAS® 8N 3V219 diffonde la luce in modo ancora uniforme ed è pertanto ancora più adatto alla combinazione con i LED.” Infatti, i diodi luminosi apprezzati anche dall’industria automobilistica per la loro efficienza energetica, pongono requisiti elevati per la copertura a diffusione luminosa dei fari posteriori: “I LED emettono un punto luce intenso, da cui possono facilmente risultare differenze indesiderate di luminosità, i cosiddetti Hot Spots”, prosegue Stricker. “È pertanto necessario coprirli con un buon materiale a diffusione luminosa.” Grazie alla speciale massa di formatura in PLEXIGLAS®, ora i LED possono essere collocati persino più vicino alla copertura, senza effetto Hot Spot. “Di conseguenza, l’intero fanale posteriore può essere più piatto e occupa meno posto nella carrozzeria”, spiega Ludger Rembeck, responsabile dello sviluppo di fari posteriori dell’azienda HELLA. “Ne risulta un vantaggio del tutto pratico per gli automobilisti: maggiore volume a disposizione per il bagagliaio.”

Colori di segnalazione longevi

Grazie alla nuova massa di formatura modificata, il rosso delle guide luminose ha un effetto ancora più intenso. “La doppia ala tipica del marchio è pertanto ancora meglio riconoscibile di giorno”, sostiene Rembeck. Anche questa tonalità rossa implica tuttavia particolari requisiti per il materiale utilizzato: i colori dei fari posteriori sono omologati su scala mondiale e richiedono pertanto un’esatta colorabilità del materiale. “Nella sua forma originale PLEXIGLAS® è del tutto incolore e può pertanto essere tinto con tutti i colori di segnalazione”, spiega Martin Mohrmann, Senior Technical Marketing Manager Automotive presso Evonik. “Vengono conservate le proprietà ottiche, quali l’eccellente trasmissione o la diffusione luminosa.” Per di più, in modo durevole: le masse di formatura in PLEXIGLAS® sono resistenti ai raggi UV e al calore. La tonalità delle coperture dei fari posteriori si conserva pertanto per tutta la vita utile dell’automobile.