Superfici illuminate variopinte l'una accanto all'altra

© Axis Expotechnik

Lightpanel: Luce superficiale come elemento creativo

Rüdiger Szak e il figlio Felix mettono maestosamente in risalto opere architettoniche, design di interni, arredamento per negozi e strutture espositive con le loro luci di superficie a LED in PLEXIGLAS® su misura.

Le lampade a LED con un'estesa superficie conferiscono ad ambienti ed edifici un aspetto imponente e creano una particolare atmosfera. A tale scopo Rüdiger e Felix Szak creano soluzioni luminose personalizzate con la loro azienda axis. I loro Lightpanel sono adatti per l'impiego come pannelli per soffitto, pavimento o esterni e risplendono in modo omogeneo anche da ricurvi grazie a PLEXIGLAS®, il vetro acrilico di marca di Evonik. In quest'intervista i designer raccontano come dalla loro prima idea è nata un'intera famiglia di prodotti.

Com'è nata l'idea del Suo primo Lightpanel?

Rüdiger Szak: Un artista e medico si è rivolto a noi perché desiderava collegare visivamente tra loro fotografie e radiografie. A tale scopo, egli intendeva illuminare i motivi proprio come una radiografia ed era alla ricerca di una possibilità di generare una superficie luminosa particolarmente piatta e omogenea. Il risultato doveva avere l’aspetto di un quadro appeso alla parete e non di un panello luminoso del tipo utilizzato ad esempio all’epoca nella pubblicità luminosa. Ci siamo così messi alla ricerca di una soluzione. Stiamo parlando di ormai dieci anni fa.

Quale approccio avete seguito?

Felix Szak: Quando riceviamo una richiesta che non siamo in grado di esaudire con la nostra attuale offerta di prodotti, sviluppiamo spesso una nuova soluzione tecnica adatta allo scopo. All’epoca avevamo già lavorato molto con la luce nella nostra azienda axis, tuttavia utilizzando ancora prevalentemente tubi al neon, semplicemente troppo spessi per una costruzione molto piatta. In quel periodo, però, i diodi luminosi in commercio diventavano sempre più potenti e per noi fu presto evidente che i LED avrebbero aperto possibilità del tutto nuove nel campo del design.

In che modo?

Felix Szak: I LED sono molto più compatti di altri dispositivi luminosi e tuttavia posseggono una luminosità elevata. Abbiamo trovato un modo di inserire la luce di questi dispositivi a risparmio energetico nei bordi in un materiale a diffusione luminosa, per distribuire poi l’illuminazione su tutta la superficie. Sono così possibili costruzioni molto più piatte.

Elemento chiave del Lightpanel sono due piastre in PLEXIGLAS® a diffusione luminosa. Quali requisiti deve soddisfare il materiale?

“Senza PLEXIGLAS® la ripartizione omogenea della luce dei nostri Lightpanel non sarebbe possibile.”

Rüdiger Szak
fondatore dell’azienda axis

Rüdiger Szak: Il materiale deve ripartire la luce in modo tale da illuminare uniformemente tutta la superficie, per di più in dimensioni diverse. Nei nostri test, PLEXIGLAS® LED ha dimostrato grazie all’elevata estrazione luminosa, di essere la soluzione di gran lunga migliore per una lastra nei cui bordi viene inserita l’illuminazione. Tra i fattori decisivi si annoverano inoltre le diverse dimensioni disponibili del vetro acrilico, che offrono una ripartizione ottimale della luce, più chiara possibile, per ogni grandezza del prodotto e il costo economicamente vantaggioso.

Felix Szak: Utilizziamo inoltre una lastra a diffusione in PLEXIGLAS® Satinice, per intensificare maggiormente l’omogeneo effetto luminoso. Questo materiale ha per di più un aspetto molto bello e pregiato, particolarmente apprezzato dai nostri clienti. Esso non emette riflessi e la superficie conferisce una sensazione vellutata. Dopotutto la nostra illuminazione di superficie a LED non è una lampada da appendere semplicemente al soffitto. Il nostro prodotto costituisce una soluzione su misura, molto pregiata, per l’illuminazione di elementi architettonici.

Il Suo Lightpanel original è stato insignito già nel 2010 del premio iF material award. Da allora Lei ha realizzato molte altre varianti di Lightpanel. Come ha fatto?

Felix Szak: Abbiamo seguito i requisiti dei nostri clienti. Quando presentammo il Lightpanel alla fiera Euroshop 2008, l’interesse per le luci di superficie non era molto forte. All’epoca le superfici illuminate in modo omogeneo erano interessanti soprattutto per il settore della pubblicità luminosa. Oggi è diverso, perché gli architetti hanno scoperto la luce piana come mezzo di configurazione. Adesso ci giungono richieste da settori molto diversificati e ogni progetto ha requisiti del tutto diversi, dai quali risultano spesso nuovi modelli di Lightpanel.

Designpanel – Elementi per un'architettura innovativa

Nel 2010 Rüdiger Szak (axis) ha creato con il fratello Andreas Szak (acrysign) il marchio Designpanel per commercializzare le innovative idee prodotto delle due aziende. Grazie alla combinazione dei materiali di superficie realizzati da acrysign con i Lightpanels di axis nascono elementi di design unici nel loro genere, per la realizzazione di opere architettoniche e la configurazione di oggetti.

Perché non è sufficiente un prodotto per soddisfare tutti i desideri dei clienti?

Rüdiger Szak: Le richieste sono semplicemente troppo eterogenee: I nostri clienti hanno ad esempio requisiti particolari in merito alla qualità della luce, desiderano superfici ricurve o pavimentazioni carrabili per fiere automobilistiche. Per questo, nel corso degli anni, abbiamo realizzato ulteriori soluzioni luminose – adatte ad esempio all’impiego all’aperto, a rendere possibili libere forme di espressione, ad essere incise o che consentano di combinare un Lightpanel con materiali traslucidi.