© PeskyMonkey/istockphoto.com

Come un parallelepipedo d’acqua

I disegnatori australiani di Aquatonic realizzano piscine da sogno.

Spiagge di sabbia chilometriche, un clima subtropicale, mare fino a dove arriva lo sguardo – per gli abitanti della seconda città australiana più grande dello stato del Queensland, Gold Coast, l'acqua fa parte della loro vita. Dato che però orde di turisti raggiungono la Mecca australiana per trascorrere le vacanze in spiaggia o per fare surf, trasformando la regione in una delle più visitate, una piscina privata regala un po' più di privacy.

Piscine mozzafiato

E ce ne sono una marea nel Queens­land: il 17 percento delle abitazioni ha una piscina personale – e già da decenni. Molte hanno ormai bisogno di essere ristrutturate, esattamente come quella del grattacielo a Gold Coast. Dopo il rimodernamento dell’intero superattico sembra ora che sia stato staccato un parallelepipedo di acqua dal mare ed appoggiato sul tetto. Il design imponente dimostra che le piscine non solo offrono un refrigerio, ma possono essere anche molto estetiche.

Con una gru enorme alla meta

“La sfida più grande di questo progetto era costruire una piscina al 27° piano”, racconta Marco Giaroli, direttore amministrativo dell’ufficio di architettura e design Aquatonic che ha disegnato la piscina. Giaroli ed il suo partner Ben Gepp sono però esperti di architettura dell’acqua e lavorano già da molti anni a progetti con PLEXIGLAS®.

Una gru di 130 tonnellate, la più grossa disponibile nella regione, ha trasportato alla fine i tre pannelli pesanti fino a 1,1 tonnellate verso il superattico. Lì sopra blocchi di PLEXIGLAS® delle dimensioni di 7 metri per 1,4 e spessore di 8,5 centimetri formano assieme ad una parete di cemento un rettangolo di 27 metri quadrati. A prima vista il rettangolo non sembra terminare verso l’alto con un bordo visibile. L’osservatore ha quindi l’impressione di vedere un blocco d’ac­qua e proprio in combinazione con la
vista sul mare il risultato è spettacolare.

La piscina con una vista mozzafiato – anche da sott´acqua

Vista senza distorsioni

Per questo design PLEXIGLAS® è il materiale ideale, perché è molto più chiaro del vetro che tende ad apparire verde.

Marco Giaroli
Direttore amministrativo dell'ufficio di architettura e design Aquatonic

“Per questo design PLEXIGLAS® è il materiale ideale, perché è molto più chiaro del vetro che tende ad apparire verde”, dice Giaroli. Anche i nuotatori non devono temere di apparire come oggetti deformi e distorti nella piscina trasparente: “Dato che PLEXIGLAS® ha lo stesso indice di rifrazione della luce dell’acqua, i corpi sembrano sì non essere proprio al posto giusto, ma non vengono distorti e si vedono i colori giusti”, afferma Giaroli.