Composizione di immagini del tunnel dell’acquario e disegni dei campi di applicazione di PLEXIGLAS®

© Evonik

”Desideriamo far progredire il mondo del vetro acrilico“

PLEXIGLAS® viene da sempre sviluppato in stretta cooperazione con i clienti alla ricerca di soluzioni particolari. Che cosa stimola questa evoluzione?

Le piccole lastre per acquari sono diventate enormi tunnel in vetro integrale, mentre le spesse piastre sono oggi lamine ultrasottili per apparecchi terminali mobili – Martin Krämer, direttore del settore aziendale Prodotti acrilici di Evonik, spiega in un’intervista perché l’evoluzione fa parte della natura del marchio PLEXIGLAS®, quale ruolo svolge la passione nei nuovi progetti e a quali sviluppi sarà soggetto il materiale nei prossimi anni con il know-how di Evonik.

Signor Krämer, il fulcro del marchio PLEXIGLAS® è l’ispirazione. Come nascono, dall’ispirazione, nuove applicazioni con PLEXIGLAS®?

Krämer: Tramite la riflessione da parte di molte persone su tutto ciò che è possibile fare con il nostro materiale – anche fuori dalla nostra azienda. Molti designer, architetti, sviluppatori e altri utenti conoscono PLEXIGLAS® già da precedenti progetti e realizzano pertanto le loro nuove idee con il nostro materiale. Oppure compiono esperimenti con le sue molteplici proprietà, alla ricerca di una soluzione per il loro progetto, creando qualcosa di completamente nuovo. “Ci consideriamo un partner innovativo dei nostri clienti, che sosteniamo con il nostro know-how derivante da oltre 80 anni di esistenza di PLEXIGLAS® e con le nostre conoscenze del mercato su scala mondiale.

Può farci un esempio?

Krämer: Il fatto che esistano già cupole in vetro integrale in PLEXIGLAS® per sommergibili si basa sull’evoluzione continua portata avanti congiuntamente con i nostri clienti. In questo settore, si sa, tutto era cominciato con piccoli pannelli trasparenti. I nostri clienti, però, hanno richiesto lastre di sempre maggiori dimensioni. Per arrivare  allo sviluppo di cupole in vetro integrale abbiamo dovuto compiere insieme moltissimi tentativi, poiché è estremamente complesso plasmare un blocco in PLEXIGLAS® in modo tale che la cupola prodotta in seguito non abbia distorsioni ottiche. Noto spesso nei miei collaboratori una passione particolarmente forte quando si tratta di trovare una soluzione ad un problema applicato, non importa in quale settore.

Martin Krämer

Martin Krämer

… dirige dal 2015 il settore aziendale Prodotti acrilici di Evonik, uno dei produttori leader su scala mondiale di polimetilmetacrilato (PMMA) con il suo portafoglio di prodotti semilavorati in PLEXIGLAS®. Ciò che lo affascinano non sono solo le molteplici possibilità di applicazione di PLEXIGLAS®, ma anche il processo produttivo fino alla lastra finita. ”La produzione di ciascuna lastra comporta una reazione chimica in cui svolgono un ruolo molti parametri. Non si inserisce semplicemente qualcosa da un lato del macchinario ottenendo poi sempre la stessa cosa dall’altro lato. La qualità dei nostri prodotti si basa in gran parte sul know-how dei nostri dipendenti.“

© Evonik

Quanto è importante l’evoluzione continua per il marchio PLEXIGLAS®?

Krämer: Estremamente importante: La continua evoluzione è quello che ci sprona. Non è solamente nella natura del nostro marchio perseguire questi obiettivi. PLEXIGLAS® è il prodotto originale. Lo abbiamo inventato e possiamo affermare a ragione di essere l’azienda con maggiore esperienza sul mercato. Desideriamo pertanto essere leader nel creare tendenze e dare impulsi nel nostro settore industriale e ci consideriamo partner di prima scelta quando i nostri clienti desiderano sviluppare qualcosa di nuovo. Ciò significa che se si intende realizzare qualcosa con il materiale PMMA, Evonik è il primo partner in qualità di produttore leader di materiali e prodotti semilavorati  con polimeri.

Che cosa distingue in linea di principio PLEXIGLAS® dalla concorrenza?

Krämer: La costanza della qualità, l’ampiezza della gamma di prodotti, la competenza tecnica nel trattamento del materiale e anche la passione di portare avanti i progetti dei nostri clienti. Infatti solo con l’entusiasmo per ciò che si fa si può superare lo standard e trovare, piuttosto che una soluzione qualsiasi, quella che si adatta alla perfezione ai requisiti. Magari addirittura una soluzione che ancora non esiste. Intendiamo sviluppare costantemente il mondo del vetro acrilico e farlo progredire. Per dirla con le parole della nostra visione: ”L’evoluzione nel settore acrilico è la nostra passione.“

Che cosa intente dire concretamente?

Evolution in Acrylics is our Passion

Visione del settore aziendale Prodotti acrilici di Evonik

Krämer: Normalmente da noi si tratta di portare avanti un’evoluzione e non di proclamare una rivoluzione. Non inventiamo ogni settimana un’innovazione pionieristica, che cambierà il mondo. Si tratta molto più dello stretto contatto con i nostri clienti, per sviluppare ulteriormente e in modo continuativo PLEXIGLAS®. Saremo ad esempio in grado di offrire maggiori formati per i pannelli per gli aerei grazie al nostro nuovo impianto di estrusione e di lucidatura, che entrerà in servizio nel 2018. In tal modo i fabbricanti possono aumentare la loro efficienza di produzione e realizzare nuovi design con oblò di maggiori dimensioni. Un altro esempio è il nostro nuovo impianto di laminatura, che entrerà in produzione anch’esso nel 2018 e dispone di una tecnologia all’avanguardia, ad esempio per quanto riguarda la larghezza delle lamine prodotte e il numero di strati. Si tratta di due innovazioni nel campo del vetro acrilico che mostrano la concezione di Evonik di configurazione intelligente dell’attività nel settore della chimica.

In tal modo nel 2018 PLEXIGLAS® affronterà un enorme sviluppo ulteriore. Perché Evonik investe proprio in questi settori?

Krämer: Perché in ambo i settori vediamo il potenziale di un’enorme crescita nel corso dei prossimi anni, sotto la forte spinta di grandi tendenze. In primo luogo in tema di mobilità. Nei prossimi 20 anni verranno messi in servizio decine di migliaia di aerei,  perché in Cina e in India, ad esempio, ci sarà un’enorme crescita della classe media, con conseguente richiesta di voli in aumento. Naturalmente intendiamo partecipare a tutto questo e al tempo stesso siamo convinti, grazie al nostro know-how, di essere il partner ideale per i clienti che intendono sviluppare questo campo di applicazione.

E nelle lamine?

PLEXIGLAS® è il prodotto originale

Da quando Otto Röhm inventò questo materiale oltre 80 anni fa, è nata una grande famiglia di prodotti PLEXIGLAS®. La molecola di base di cui si tratta, il polimetilmetacrilato, continua ad essere la stessa come ai tempi di Röhm. Ciò che è cambiato, però, è il trattamento del materiale. Le tecniche di colata e di estrusione hanno subito ulteriori sviluppi. Inoltre PLEXIGLAS® oggigiorno viene prodotto con molti additivi diversi e secondo disposizioni rilevanti a livello ambientale.

Krämer: Nelle lamine il tema dell’urbanizzazione svolge un ruolo importante. Il numero di persone che vivono nelle grandi città è in costante aumento e implica la necessità di aumentare le costruzioni edilizie. I profili delle finestre in PVC vengono muniti di una pellicola in PLEXIGLAS® per proteggere dal vento e dalle intemperie. Questo richiede una grande quantità del nostro materiale. Questo trend, però, comporta anche altri elementi, ad esempio la protezione delle facciate con una pellicola. Ovunque sia necessario proteggere le facciate dal forte influsso dei raggi UV, il materiale PMMA costituisce sicuramente la scelta ideale. Per questa ragione investiamo nel nuovo impianto di laminazione.

Le tendenze, però, non seguono sempre la direzione prevista…

Krämer: In effetti è così: in passato siamo già stati costretti a cessare la produzione di determinati nuovi modelli di PLEXIGLAS®. Tuttavia, senza il coraggio a portare avanti lo sviluppo, le cose non funzionano. Senza di esso, infatti, aspettando di essere sicuri al 100% di una cosa, non sarà mai possibile prendere una decisione. Occorre essere pronti ad affrontare rischi ben calcolati. Questa è la base dell’ulteriore sviluppo.