© Aisha Zeijpveld

Colori come punto di partenza

„Research based Design” – Mediante quest’approccio Stefanie van Keijsteren e Renee Mennen progettano modelli insoliti di oggetti già noti, come il divisorio Split & Store realizzato in PLEXIGLAS®.

“Il nostro design non inizia mai con un obiettivo determinato”, afferma Stefanie van Keijsteren. “Ad esempio, non diciamo mai: adesso vogliamo progettare una sedia.” Al contrario, van Keijsteren e Renee Mennen compiono un lungo lavoro di ricerca e di sperimentazione prima di sviluppare un'idea sul percorso da seguire. Le due olandesi hanno così realizzato in qualità di duo di designer RENS opere di moda, in porcellana e tappeti – cui si aggiungono ora anche mobili in PLEXIGLAS®.

Vedere che cosa succede

Il punto di partenza per i progetti delle due designer di Eindhoven sono quasi sempre i colori, come nel caso del loro primo progetto comune in qualità di RENS, risalente al 2008. “All’epoca desideravamo esplorare le proprietà di un determinato colore e non avevamo un’idea precisa di ciò che ne sarebbe derivato”, spiega van Keijsteren. Finirono per scegliere il rosso e tinsero degli abiti. “Potemmo realizzare da un unico pigmento cromatico innumerevoli nuove tonalità del rosso – da scure a molto chiare. Fu semplicemente affascinante“, ricorda van Keijsteren. Il duo sperimentò quanto possono essere sottili le sfumature tra le tonalità di colori nel progetto BLACK, in cui plasmarono degli oggetti da diversi materiali plastici neri.

Miscelare le tonalità di colori

Con Split & Store, la loro creazione più recente presentata per la prima volta al pubblico internazionale in occasione della Milan Design Week 2017, le designer compiono un passo avanti sotto il profilo concettuale: “Intendevamo creare qualcosa in cui i diversi colori si mescolano tra loro, modificandosi reciprocamente”, racconta van Keijsteren. “La prima idea fu quella di far nascere qualcosa da diversi strati.” Durante la loro ricerca le designer sperimentarono creando modelli di carta trasparente, sovrapposero i materiali e li collocarono davanti a fonti luminose. L’effetto piacque – così van Keijsteren e Mennen andarono alla ricerca di un materiale con cui poter creare l’effetto della carta trasparente.

“I materiali pregiati rivestono per noi una grandissima importanza, poiché la loro qualità è decisiva per l’effetto del design finito.”

Stefanie van Keijsteren
Studio RENS

Superficie satinata

Presso la ThyssenKrupp Plastics Netherlands trovarono finalmente ciò che stavano cercando: “Il grossista ci mostrò PLEXIGLAS® Satinice e fummo immediatamente entusiaste”, afferma van Keijsteren. “Conoscevamo in precedenza il materiale, ma solo nella variante incolore e trasparente.” PLEXIGLAS® Satinice invece è satinato. In tal modo esso lascia trasparire la luce, senza essere del tutto trasparente. Al tempo stesso la superficie vellutata su ambo i lati crea un effetto caldo e morbido, di conseguenza pregiato e di alta qualità. Oltre a ciò, il materiale è insensibile ai segni di usura e disponibile in molti colori diversi. “Per noi è stato molto interessante”, racconta van Keijsteren, “soprattutto in contrasto con il trend attualmente prevalente nel settore dell’interieur design. Il nostro obiettivo era mostrare che si possono percorrere anche strade nuove, invece del solito bianco, nero e grigio.”

Combinazione tra scaffalatura e divisorio

Split & Store alla Milan Design Week 2017

Lo Studio RENS va a Milano (4 – 9 aprile 2017) e siete calorosamente invitati! Le due designer presentano Split & Store presso il Salone Satellite, padiglione 22/24, Stand A15, Fiera Milano Rho (fermata della metropolitana Rho). Orari di apertura:  tutti i giorni 9:30 – 18:30.

Dopo aver trovato il materiale, il duo passò alla fase di progettazione – quale oggetto sarebbe dovuto risultare da quest’effetto? “Per noi fu presto evidente: in questa concezione, le piastre in PLEXIGLAS® avrebbero dovuto creare un loro effetto, senza essere ad esempio illuminate”, afferma van Keijsteren. “Ci serviva pertanto un oggetto di utilizzo sul quale cade la luce, che non sia quindi direttamente appoggiato ad una parete, ma desideravamo comunque che offrisse una funzione, senza essere semplicemente decorativo”. Dall’idea di mescolare i colori nacque alla fine una combinazione tra scaffalatura e divisorio del tutto nuova e dai colori vivaci. “Proprio i divisori di solito devono essere piuttosto decenti, per non essere percepiti troppo”, spiega van Keijsteren. “Noi facciamo esattamente il contrario: Split & Store può caratterizzare l’arredamento di un ambiente.”